ANDY BARBER, UN SOGNO CHE SI REALIZZA

L’ISTITUTO DI CREDITO COOPERATIVO DI BUONABITACOLO CONSENTE AL 28ENNE HAIRSTYLIST LUCA MARCHESANO DI APRIRE UN SALONE ISPIRATO ALLE ANTICHE BARBERIE

Lo sguardo fiero di chi sta realizzando il sogno della sua vita. Basta guardarlo per capire quanto Luca Marchesano, 28enne hairstylist buonabitacolese, sia davvero orgoglioso del suo locale “Andy Barber”, che inaugurerà sabato prossimo alle 18 nel suo amato paese. Un desiderio che si sta compiendo grazie all’Istituto di credito cooperativo di Buonabitacolo che ha finanziato il locale del giovane barbiere.

«Sono molto grato alla Bcc di Buonabitacolo, poiché non è affatto scontato trovare qualcuno che finanzi il progetto di un ragazzo», sostiene Marchesano. E chi meglio di lui può dirlo, visto che sin dall’inizio ha dovuto lottare per raggiungere questo traguardo.

Non potendo contare sulla famiglia, a causa delle limitate risorse finanziare, Luca ha fatto anche il cameriere per racimolare i soldi necessari per frequentare la scuola per acconciatori Corrado Group di Pontecagnano. Ma all’inizio non è stato affatto semplice. «Ero molto insicuro e il direttore della scuola se ne accorse. Un giorno, durante una lezione, mi ammonì dinanzi agli altri allievi. L’episodio mi ferì molto ma, allo stesso tempo, mi spinse a reagire. Mi convinsi – dice Marchesano – che dovevo diventare bravo e dimostrare di essere all’altezza. E ci riuscì. Tanto da essere poi successivamente elogiato per la tenacia dallo stesso direttore dinanzi agli allievi della scuola».

Giorno dopo giorno acquisisce metodo, affina la tecnica e diventa sempre più bravo. Ma Luca non è uno che si accontenta e vuole imparare sempre di più. Comincia a frequentare diversi corsi di formazione con hairstylist di fama internazionale come Enzo De Santis, membro della nazionale italiana parrucchieri uomo e vincitore lo scorso anno del festival internazionale di Kiev per la categoria Razor Fade.

Poi il corso con Il Barber College Italia, tenuto da Marco Artesi, Vittorio Saccà, Salvatore Corigliano, Mario Piccininno, quattro esperti italiani di Razor Fade.

Una volta terminati gli studi, Luca inizia a esibirsi anche nelle gare internazionali di taglio, facendosi notare anche dai “guru” del mestiere. Tante le soddisfazioni, ma senza mai montarsi la testa. Decide, infatti, di andare a vedere da vicino il lavoro nei saloni della sua zona, per cui inizia a frequentare il locale di Michele Coiro di Sala Consilina. Comincia così la sua avventura personale e professionale.

La magia del mondo dell’hairstyling lo incanta, lo conquista, giorno dopo giorno diventa la sua passione, fino ad arrivare alla decisione importante della sua vita: aprire un salone tutto suo. Ma resta da superare lo scoglio finanziario. A quel punto, Marchesano si rivolge all’Istituto di credito cooperativo di Buonabitacolo e riesce ad ottenere un finanziamento per realizzare il suo sogno.

Comincia così un nuovo capitolo della sua storia. Luca segue passo passo i lavori di realizzazione del locale, ispirandosi alle origini di questo antichissimo mestiere, tanto da colorare le pareti del salone allo stesso modo del famoso “barber pole”, il palo ravvivato da una spirale a strisce bianche, rosse e blu che nel Medioevo indicava che il barbiere non tagliava solo barba e capelli, ma offriva anche servizi medici, come il salasso, l’incisione di ascessi, l’estrazione di denti marci e la rimozione di pidocchi e zecche. Poi le cose sono per fortuna cambiate. Attualmente, le barberie rappresentano luoghi che offrono una vasta offerta di trattamenti curativi per barba e capelli.

Nel caso del locale “Andy Barber” si è addirittura deciso di andare oltre, creando un luogo dove concedersi una pausa rilassante e un taglio al top. «Il mio scopo – conclude Marchesano – è quello di offrire ai clienti una vera e propria esperienza sensitiva e di benessere».

Ma Luca ha anche un altro obiettivo: trasmettere la sua passione agli altri e «diventare un esempio di tenacia e determinazione per tanti ragazzi della zona intenzionati a realizzare il sogno della loro vita».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...